La Famiglia

La famiglia originaria della Moldavia si batté per la sua indipendenza fin dal quattordicesimo secolo. Nel diciottesimo secolo, un suo esponente si insediò in Catania. Comprò poi nelle campagne di Mineo i latifondi di Signorino e Camudi e il fondo di Altobrando. Generò quindi Giuseppe che sposò Marianna Valguarnera la quale diede alla luce Mario. Questi si trasferì a Caltagirone ricoprendo le cariche di consigliere provinciale e di sottintendente e ricevitore circondariale. Mario sposò Margherita di Taranto e Ayala figlia del Cavaliere Emanuele; tra i loro numerosi figli, Felice che sposò Caterina Boscarelli. Da questi nacquero Mario, Margherita, Remigia, Luigi ed Emanuela Sturzo. Si tratta di una famiglia di antiche origini nobiliari in cui molti esponenti condussero attività professionali, religiose e sociali. Nella famiglia anche due illustri gesuiti: Luigi e Franco Sturzo che avevano percorso il primo, l’Irlanda e l’Australia, il secondo, il Portogallo.